Vero fenomeno del momento l’applicazione Pokemon Go che sta facendo letteralmente impazzire gli appassionati di mezzo mondo e rende strafelice la Nintendo che con un’operazione geniale lancia la nuova caccia al tesoro virtuale con guadagni nell’ordine dei 7 milioni di dollari al giorno.

pokemon-go-logo

Al momento del lancio ha raggiunto solamente negli stati uniti quasi i 9 milioni di download diventando la app più scaricata, nell’arco di un solo giorno dagli utenti iOS (iphone) e raggiungendo in pochi mesi il numero di utenti su twitter e di utenti attivi su facebook.

 

Scaricabile dal play store o dall’app store, il gioco permette di calarsi in una vera caccia al pokemon in qualunque momento o angolo del mondo voi vi troviate; il meccanismo prevede che sul vostro smartphone venga attivato il gps per utilizzare al meglio google earth sovrapponendo in tal modo la realtà aumentata (virtuale) ai paesaggi naturali senza l’ausilio di alcun visore.

 

pokemon-go-onyx-1

Infatti nello schermo del vostro smartphone o tablet apparirà il panorama circostante esattamente come lo vedete ad occhio nudo ma, qualora foste fortunati, vi comparirà di punto in bianco uno dei simpatici pokemon che dovrete catturare prima che vi scompaia sotto il naso.

 

Orde di cacciatori di pokemon si aggirano ormai per le città in maniera molto minacciosa scrutando attraverso lo schermo il paesaggio circostante alla ricerca della preda, qualche fenomeno ha pensato bene di usare il gioco anche durante la guida provocando così i primi tamponamenti da pokemon, insomma la realtà virtuale interagendo in maniera così invasiva su quella reale ha creato un vero e proprio fenomeno sociale.

Ovviamente le polemiche sono arrivate immancabili e subito si sono formati gli schieramenti di coloro che non possono fare a meno dell’applicazione, coloro che invece invitano ad utilizzare il tempo in modo più costruttivo, insomma una vera e propria bagarre quasi surreale per certi aspetti.

IMG_5268.0

In tutto questo si inseriscono anche dei raduni di giocatori di pokemon che si danno appuntamento in alcune locations per sfidarsi a colpi di bravura e abilità fantavenatorie, come sempre, e mai come in questo caso è appropriato, l’equilibrio sta nel mezzo, ovvero ci sta scaricare l’applicazione per godersi un paio di partite nei momenti liberi, ma senza esagerare e non facendola diventare un’ossessione ludica ad ogni costo.

LASCIA UN COMMENTO